Il sorriso di Giglia

16.00

Esaurito

Categoria:

Descrizione

Il sorriso di Giglia

A cura di Graziella Falconi

Pagg. 160

Block Notes

Euro 16,00

ISBN: 9788899857325

“Ho imparato tre cose. Dal Pci ho imparato che “Noi” è più importante di “Io”. Da mio marito ho imparato che bisogna guardare al futuro, alle cose che bisogna ancora fare, a ciò che deve ancora succedere. Dal movimento delle donne che bisogna sempre partire dalla propria esperienza, che questa è una risorsa insostituibile”.

Giglia Tedesco (1926-2007), senatrice comunista, era moglie di Tonino Tatò, strettissimo collaboratore di Enrico Berlinguer. Di famiglia agita (il padre deputato liberale di Andretta, il nonno più volte ministro con Giolitti) a vent’anni abbandona l’Università per diventare funzionaria del Pci, spinta dalla aspirazione alla libertà. Un’ansia di libertà, la sua, che ne ha caratterizzato tutta la vita e l’opera nelle istituzioni, nel movimento, nel Partito. Una donna che ha saputo con sorriso, con grazia e ironia, ma con determinatezza, muoversi nei meandri complicati della politica, che in queste pagine viene rievocata da ricordi tutti al femminile, testimonianze della curiosità e della modernità di una vice presidente del Senato, popolare sia tra gli intellettuali sia nelle periferie della Capitale e del Paese.

“Mio nonno, sette volte ministro, non aveva nulla, neppure la casa di proprietà, aveva solo la mobilia e la pensione. La famiglia di mia madre era di proprietari di terre montuose che non rendevano o rendevano poco: vi era un’agiatezza, gestita con tale austerità che quando non c’è più stata non ce ne siamo neppure accorti”.